“ … non lavoro su tela, per scelta, il supporto è già parte integrante dell’opera, e da qui parte una texture, un chiaroscuro... una vibrazione.

Lavoro con impasti di malte adesive, fini o grezze, stese a spatola o plasmate con varie modalità; da queste emerge, evidente, una forte matericità.

Su questo supporto “appoggio” il colore, a volte con la tecnica dell’affresco, a volte con aniline, acrilici o pigmenti con la tecnica dell’acquerello, altre ancora includendo materiali non convenzionali per me particolarmente evocativi.”